giovedì 23 giugno 2011

Brevità.

Qualche giorno fa l'altissimo ministro Brunetta ha dichiarato che i precari sono "la parte peggiore dell'Italia". Su questo numero di Vanity Fair c'è una bella intervista a tre ragazze tutte mie coetanee che parlano di che cosa voglia dire non avere un lavoro o quando ce l'hanno viene pagato come una sedia dell'ikea (anche è me è successo come potete leggere qui).  Proprio ieri ho letto sul sito di Corriere.it che stanno cercando dei giovani redattori da inserire nelle loro redazioni giornalistiche. Una grande occasione, sicuramente, ma poi ho pensato: "cavolo, ma io sono felice!". Ancora una volta so che sto percorrendo la strada giusta, senza nessuna garanzia. Ma forse non sapere sempre come va a finire è la migliore risposta. E intanto mi consolo sapendo che pure i ricchi piangono: speriamo che adesso non vada a lavorare in tv, povera Elisabetta.

3 commenti:

"Italian Girlfriend" ha detto...

Che bello il tuo blog.
A dire il vero io non ti prendo affatto per matta se dici che adori lavorare da casa senza posto fisso :) E' quello che "cerco" di fare anche io da quando vivo in UK, ma non e' sempre facile...Se hai consigli da darmi, sei la benvenuta!

valec ha detto...

Ciao, grazie innanzitutto per i complimenti:) troppo buona!
Non ho particolari ricette, ti posso solo dire quello che faccio io: se leggo un giornale o una rivista che mi piace, mando il curriculum dicendo espressamente che in futuro vorrei collaborare come redattrice esterna. La mia attuale collaborazione con un giornale locale l'ho trovata così. Poi guarda, io sono sempre dell'idea che uno le occasioni deve andare a cercarsele e crearsele: solo così uno può essere soddisfatto. Come diceva Confucio: "Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita"
E tu che fai di bello in UK?

"Italian Girlfriend" ha detto...

Si', hai proprio ragione...Uno dei miei motti piu' recenti e'" Chi non osa, non speri in nulla", che in realta' e' una frase di Schiller, ma e' come se l'avessi detta io :)
Anche Confucio aveva perfettamente ragione: se si fa un lavoro che si ama,e' come se non si lavorasse affatto...Gia' e' quello che di fatto sto facendo io da qualche mese in UK, il problema e' che oltre a non sentire il "peso" del lavoro, per ora non guadagno affatto :)
Collaboro con blog e riviste online, traduco...Tutto gratis!
Comunque non mi fermo, continuo a crecare e osare.
Anche io ho un blog, in cui parlo dell'UK in modo (spero) leggero e non noioso.
Se ti va di passare, eccolo qui:
http://theitaliangirlfriend.blogspot.com/

Posta un commento

 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...